Stampa

Gucci ... e laboratorio Bonfanti

Pubblicato il da

Gucci ... e laboratorio Bonfanti

Gucci ... e laboratorio Bonfanti

Nel 1921 Guccio Gucci intraprende l’attività specializzata in prodotti in pelle e valigeria nella nativa Firenze. In pochi anni, il marchio ottiene un notevole successo. Molti clienti sono aristocratici con l'hobby dell'ippica e proprio dal mondo equestre Gucci trova ispirazione per l’esclusiva icona del morsetto, l’idea di brunire delle canne per creare il manico della nuova Borsa Bamboo, la cui curvatura ricorda la forma della sella, il suo inconfondibile nastro a trama verde-rosso-verde, che trae origine dalla cinghia di una sella.

A metà degli anni '60, Gucci adotta il leggendario logo con le due G incrociate, che simboleggiano le iniziali dello storico fondatore. La società sviluppa le sue prime collezioni prêt-à-porter. Le icone Gucci sono reinventate in nuove forme e colori - marchiando la pelle con il logo GG - usando materiali sempre più di lusso.

Negli anni 90 Tom Ford è il direttore artistico seguito da Frida Giannini. Frida è stata una donna dalla spiccata personalità che ha dato una sferzata di rinnovata energia alla maison Moda Gucci. Le icone più note della Maison, tra cui il motivo Flora, la Jackie bag e la Bamboo bag, sono reinventate e riscoperte da nuovi estimatori.

Riferimenti:

Gucci museo http://www.guccimuseo.com/it/museo/La-Storia-di-Gucci

Gucci Italia https://www.gucci.com/it/it/

 

Lavorazioni laboratorio Alessandro Bonfanti su capi Gucci

G_Gucci_pulizia_riparaz_prima_5

 

... prima e dopo ...

GUCCI_01_prima_3GUCCI_01_dopo_3

Gucci_A_prima_7Gucci_A_dopo_7

Gucci_LB_rinn_prima_17Gucci_LB_rinn_dopo_17


Scrivi commento
Testata
Commento